FONDAZIONE GIOVANNI PAOLO II – Senior Program Manager – Giordania

FONDAZIONE GIOVANNI PAOLO II – Senior Program Manager – Giordania

Fondazione Giovanni Paolo II sta selezionando un/a Senior Program Manager Sordità Giordania da inserire nella sua operatività in Giordania . Durata: 36 mesi. Scadenza candidature: 10 dicembre 2022.

Senior Program Manager Sordità Giordania

Titolo del progetto: AID 012590/08/0 “Sentiamoci bene! garantire ai minori audiolesi in Giordania il diritto a un’educazione inclusiva di qualità e l’accesso ai servizi di diagnosi, cura e riabilitazione”.

Durata progetto: 36 mesi.

Sede di lavoro: Amman, Giordania.

Durata della collaborazione: 12 mesi, rinnovabile per le annualità successive.

Scadenza candidatura: 10 Dicembre 2022.

Avvio stimato del contratto: 1° gennaio 2023. 

Livello retributivo: profilo senior (€ 3.000 – € 4.100 lordo mensile), in accordo alle griglie salariali FGPII. Qualora il candidato presenti un’esperienza che permetta ulteriori funzioni di coordinamento strategico paese, può essere considerata una retribuzione aggiuntiva.

Datore di lavoro: Fondazione Giovanni Paolo II per il dialogo, la cooperazione e lo sviluppo Onlus.

Tipologia di contratto: Contratto di collaborazione a progetto.

Descrizione del progetto:

Il progetto ha l’obiettivo generale di migliorare le condizioni sanitarie e di educazione inclusiva di qualità dei minori audiolesi in Giordania, favorendone l’opportunità di uno sviluppo umano integrale e l’inclusione sociale.

L’iniziativa si inquadra all’interno della Strategia decennale per l’Educazione Inclusiva 2017 – 2027 del Ministero dell’Educazione giordano, che prevede, per il sistema educativo sia pubblico che privato, il progressivo passaggio dalle scuole speciali alle scuole ordinarie e la conseguente inclusione dei minori con disabilità. Il progetto, attraverso un approccio integrato che tiene in considerazione le condizioni di salute del minore, intende garantire servizi pubblici e privati di qualità a favore dei minori audiolesi in Giordania, favorendo uno sviluppo umano integrale. I servizi proposti sono diretti a favore dei minori audiolesi, delle loro famiglie, del personale e delle strutture del sistema educativo e sanitario giordano. Inoltre la strategia è in linea con quanto previsto dalla Law n. 20 – 2017 on the Rights of Persons with Disabilities e dall’Education Strategic Plan.

Il progetto si articola in tre risultati principali logicamente correlati e sinergici finalizzati a creare le condizioni per una inclusione effettiva dei minori audiolesi all’interno della società. In particolare il R.1 intende rafforzare le competenze del personale educativo delle scuole speciali per sordi in ambito di metodologie didattiche specifiche e attivare servizi di orientamento e formazione sull’uso del linguaggio dei segni a favore delle loro famiglie al fine di permettere che già in ambito scolastico e familiare si creino le condizioni per uno sviluppo integrale del minore audioleso. Il R.2 intende migliorare le competenze del personale tecnico e sanitario, gli equipaggiamenti ed i servizi a favore del minore audioleso in ambito diagnostico, audiologico e di riabilitazione logopedica al fine di creare le condizioni di benessere del bambino per il raggiungimento di una piena inclusione. Infine, il R.3 opererà in favore delle famiglie con minori disabili, delle comunità e delle istituzioni grazie ad azioni di formazione e sensibilizzazione sui servizi e diritti in ambito di disabilità uditive in accordo con le normative giordane ed internazionali.

Requisiti minimi richiesti:

  • Laurea o titoli superiori in discipline attinenti ai settori d’intervento del progetto e/o esperienza equivalente.
  • Almeno 4 anni di esperienza effettiva come Project Manager espatriato di progetti di Cooperazione allo Sviluppo.
  • Conoscenza delle procedure di gestione AICS e EU.
  • Conoscenza della lingua italiana e lingua Inglese (scritta/parlata) livello C2.
  • Ottima conoscenza del pacchetto Office.
  • Capacità di gestione delle relazioni istituzionali (donor, istituzioni e autorità locali di livello ministeriale).
  • Capacità di gestire aspetti burocratici legati alla presenza della OSC in paese terzi.
  • Capacità di leadership e di gestione del team di lavoro.
  • Capacità di mediazione e di gestione dei conflitti di gruppo.
  • Capacità di lavorare in autonomia, per obiettivi rispettando le scadenze.
  • Capacità di elaborazione e finalizzazione della reportistica di progetto nel quadro delle nuove procedure RBM.
  • Familiarità con le procedure per la gestione di tender e procurement (PRAG UE).
  • Capacità di sviluppo della strategia paese insieme ai partner locali.
  • Capacità di identificazione di nuove opportunità di sviluppo di iniziative progettuali Capacità di gestione di situazione di emergenza e di stress.
  • Dinamicità, spirito critico, motivazione etica, disponibilità al confronto ed al cambiamento.
  • Integrità e trasparenza, mantenimento di alti standard etici in maniera coerente con i principi e le regole della FGPII e gli standard di condotta.

Requisiti preferenziali:

  • Laurea in discipline attinenti alle disabilità, Protection e cooperazione internazionale.
  • Precedenti esperienze lavorative nell’ambito delle disabilità, dal punto di vista sia educativo che sanitario.
  • Precedenti esperienze lavorative come Project Manager espatriato in Giordania o Medio Oriente
  • Conoscenza lingua araba.
  • Capacità di sviluppo e scrittura di progetti RBM.

Principali compiti e finalità:

  • Aggiornamento della strategia di progetto insieme ai partners di progetto e in raccordo con il donatore e le autorità locali.
  • Programmazione e implementazione delle attività di progetto, in collaborazione con partners italiani e locali e in stretto coordinamento con le autorità locali.
  • Supervisione della gestione amministrativa e finanziaria del progetto nel rispetto delle procedure AICS e delle procedure interne della FGPII.
  • Gestione del progetto nel rispetto della normativa locale e della reportistica richiesta dalle autorità locali.
  • Supporto e supervisione dei partner locali e dei partner tecnici italiani per le attività di loro competenza.
  • Selezione e gestione dello staff locale nel rispetto della normativa locale e in coordinamento con il rappresentante paese della FGPII.
  • Preparazione, in stretta collaborazione con l’équipe di progetto, della documentazione attinente al progetto: stati d’avanzamento, reportistica tecnico-finanziaria intermedia e finale per i donatori istituzionali, per le autorità locali e per i partner.

Inviare la propria candidatura entro il 10 dicembre 2022 al seguente indirizzo: s.ferrari@fondazionegiovannipaolo.org specificando nell’oggetto “Rif. Project Manager espatriato Sordità Giordania”

  • CV con le esperienze rilevanti per la posizione in oggetto (in formato Europeo, no Europass, max. 4 pagg.).
  • Lettera di motivazione specifica per la posizione in oggetto.
  • Autocertificazione attestante inesistenza di condanne penali anche non definitive o di provvedimenti di prevenzione o di stato di interdizione.
  • Indicazione di almeno 2 referenze da datori di lavoro diversi con e-mail e telefono.

Le nostre ricerche di personale sono aperte a tutte le candidature, senza alcuna discriminazione di: nazionalità, religione, genere, età e appartenenza politica. La ricerca è aperta a persone appartenenti a categorie protette. Verranno esaminati i curriculum contenenti l’autorizzazione al Trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs.196/2003.

Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link.