Segretari comunali e provinciali, il concorso indetto dal Ministero dell’Interno per 291 figure professionali

Segretari comunali e provinciali, il concorso indetto dal Ministero dell’Interno per 291 figure professionali

​Sono 291 i posti disponibili per l’inserimento previsto con il bando del Ministero dell’Interno, che riguarda l’ammissione al sesto corso/concorso per Segretari Comunali e Provinciali.

L’avviso pubblico mira a consentire l’accesso di 291 borsisti al corso/concorso selettivo di formazione per ottenere l’abilitazione necessaria per l’iscrizione  nella fascia iniziale dell’Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali.
Il Segretario Comunale e il Segretario Provinciale, nell’ordinamento giuridico italiano, sono organi monocratici: il titolare è una sola persona fisica, rispettivamente di un Comune e di una Provincia. Svolgono funzioni di collaborazione e di assistenza giuridico amministrativa nei confronti degli organi dell’ente presso il quale prestano servizio.

Vengono nominati tra coloro che sono iscritti all’Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali; per iscriversi all’Albo i Segretari devono conseguire idonea abilitazione, frequentando un corso di formazione della durata di un anno.

La selezione prevede prove d’ esame in conclusione delle quali saranno assegnate borse di studio per partecipare al percorso formativo, che include anche un tirocinio, per raggiungere l’abilitazione professionale.
I requisiti richiesti per partecipare al bando sono:

  • cittadinanza italiana;
  •  idoneità fisica all’impiego;
  •  godimento dei diritti politici;
  •  posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
  •  laurea in giurisprudenza o economia e commercio o scienze politiche, o titolo di studio equipollente;
  •  non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  •  non essere stati stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati decaduti, ovvero licenziati ai sensi della vigente normativa di legge e / o contrattuale;
  •  non essere stati interdetti dai pubblici uffici con sentenza passata in giudicato.

Le domande di partecipazione devono essere presentate per via telematica. Per accedere al modulo online occorre registrarsi sulla piattaforma ed essere provvisti di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Il termine ultimo per partecipare alla selezione è il 28 gennaio.

Per informazioni e documentazione relativa al bando cliccare qui.